<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d16734928\x26blogName\x3dSid05+weblog\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dSILVER\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://sid05.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://sid05.blogspot.com/\x26vt\x3d2587781031737933902', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

La dieta dei motori di ricerca 14/10/06

Diciamolo subito: un documento html valido e ben scritto è il "piatto preferito" dei motori di ricerca! Se poi all' interno del nostro sito trova parecchie "portate2 allora tornerà sicuramente a visitarci.

Questa metafora culinaria solo per chiarire che il metodo "umano" nella costruzione di contenuti per il web, è il sistema previsto dagli algoritmi utilizzati per indicizzare contenuti nei vari motori; i metodi non umani (CMS, software e altro) utilizzano troppi numeri (ad esempio gli id delle pagine di database) e poca pertinenza con gli effettivi temi delle pagine. Questo, se da un lato può essere aggirato (vedi url replace) è inevitabilmente un "minus" nella gestione.

aggiungiamo a questo una semplice considerazione: a cosa serve un sistema dinamico complesso a chi, come me, può tranquillamente lavorare "a mano"? Mi spiego meglio con un esempio:
ho realizzato il sito sid05.com con un CMS opensource, Openasp 2.0 che è assai efficace e stabile, ma assolutamente invisibile agli spider, questo perchè effettua parecchi redirect (per caricare moduli, snippet e script vari) e perchè gli Url sono poco amichevoli... risultato, Google indicizza le poche pagine rimaste della vecchia versione html pura (page rank 3).

Un sistema dinamico è utile in diverse situazioni, ma la più classica è quella di un team di lavoro formato da inesperti del web, o comunque da utenti che non conoscono nessun linguaggio (certo che l' utilità può essere in molti altri fattori, ma lo scopo primario della nascita dei CMS è questo).

Riflettendo su queste considerazioni ho deciso che, appena avrò un po di tempo (forse mai) voglio tornare alòle origini: un bel sito in html puro (magari qualche pagina asp solo per caricare dei menù). Ad aggiornare il mio CMS ci metto dai 5 ai 7 minuti, avendo realizzato in locale i contenuti dell' aggiornamento; ha realizzare lo stesso in html, una volta scritti i contenuti in locale, basta uplodare via FTP ed è fatta: tempo, direi dai 2 ai 3 minuti...

Il sistema sarà sicuramente antiquato, ma Google si annommorerà di me (come ai bei tempi) ed inoltre anche la mia banda ne sarà felice...
[Sid]
del.icio.us Digg technorati Design Float http://www.wikio.it oknotizie | Permalink | |

Ultimi commenti