<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d16734928\x26blogName\x3dSid05+weblog\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dSILVER\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://sid05.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://sid05.blogspot.com/\x26vt\x3d2587781031737933902', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Tumblr l' italiano - 1/3 09/01/08

Tumblr l' italiano

Questo post ha bisogno di una premessa: è il primo di tre post dedicati a Tumblr che cercherò di pubblicare a breve distanza. Motivo? Esperimento ed atto d' amore insieme. Inoltre, grazie all' intuizione mistico/visionaria del dott. Webgolr e l' invito di Tommaso sono entrato nell' Anonima Tumbleristi (scusate, non posso dire altro), occasione in più per approfondire il tema (e dire che avevo detto di fare attenzione ai canali)...

A fare previsioni si rischia sempre moltissimo e per questo motivo ho sempre evitato, ma stavolta mi sbilancio (agli atti!): credo che Tumblr rappresenti un punto di svolta e per certi versi di non ritorno, ne sono convinto...

» continua

Certamente sta avendo successo, in parte lo testimoniano i nomi alla fine di questo post, ma anche i segnali che possiamo cogliere dalla rete non sono secondari.

Ma questo che c' azzecca con il titolo?

Bene, con soddisfazione possiamo tranquillamente sostenere che in Italia le potenzialità di Tumblr sono state colte subito. Tommaso segnalava di averne censiti 500 e sono convinto che nel frattempo il numero sia aumentato. Esiste un gruppo su ning aperto e gestito da un italiano, Denis , che cura anche hacks.tumblr.com ed in generale gli italiani dovunque si parli di Tumblr non fanno mancare il loro parere (nel caso di Facebook scrivono sui muri).

In Italia c' è chi si è trasferito su Tumblr armi e bagagli e chi lo ha reso una killer application e chi lo ha *semplicemente* integrato (spero senza ©); questo non per essere nazionalista (non lo sono) ma per confermare che siamo stati rapidi a capire le potenzialità dello strumento.

Ora sarebbe curioso valutare i motivi di questa escalation e del perchè l' Italia si stia dimostrando particolarmente disponibile verso questo mezzo di comunicazione/condivisione. Certamente la semplicità (potrei anche dire banalità) è il punto fondamentale; semplicità di accesso, di pubblicazione e di condivisione. Tumblr potrebbe (dico potrebbe) accorciare certe distanze, permettere al digital divide di essere meno divide; certamente con una serie di implicazioni (o controindicazioni) ma ancora da verificare se non da scoprire.

Non credo però si tratti solo di questo, non sono un esperto di dinamiche sociali in rete (poco anche fuori) e non voglio entrare in un terreno minato. Penso comunque che anche da quel lato sarebbe interessante una riflessione... magari è l' attrazione per il caos?

Comunque, sono convinto che in molti ancora apriranno un account e altri si trasferiranno; confesso che un po' mi spiace anche se oggettivamente integrando i commenti è di fatto un blog. Anzi, credo che lo rimpiazzerà presto... esagero?

ps. per dovere di cronaca, sarebbe più corretto parlare di tumblelog, come piattaforma e "fenomeno" in generale, ma Tumblr presenta aspetti sociali e di condivisione che lo rendono veramente unico.

Etichette: , , ,

[Sid]
del.icio.us Digg technorati Design Float http://www.wikio.it oknotizie | Permalink | |

Ultimi commenti