<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d16734928\x26blogName\x3dSid05+weblog\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dSILVER\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://sid05.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://sid05.blogspot.com/\x26vt\x3d2587781031737933902', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Forestierismi di Achyra 20/05/07

Alcuni giorni fa vi avevo segnalato una lista di termini "internettiani" e l' uso corretto che dovremmo farne (scrivendo). I termini in esame erano e sono in inglese ma sono ormai di uso comune anche nei paesi dove non è l' inglese la lingua madre.

Oggi invece voglio segnalarvi il progetto Achyra.org che ha lo scopo di fornire alternative in italiano ad ogni termine "forestiero"...

» continua

proponiamo qui una lista (in fieri) di traducenti italiani, alcuni già esistenti e registrati nei dizionari, altri in potenza, e che potrebbero diventare lemmi nei vocabolari se verranno usati su larga scala

La lista è divisa in ordine alfabetico e comprende veramente moltissimi termini: si va da traduzioni classiche e ovvie a bizzare interpretazioni in italiano; beta tester diventa beta-saggiatore, byte diventa ottetto e la rete peer to peer diventa rete paritaria/paritetica.

Confesso che un uso massiccio di terminologia tecnologica (in inglese al 99%) non può certo contribuire alla sconfitta del digital divide (ma avrei dovuto scrivere divario informatico/elettronico) ma è altrettanto vero che gran parte di quel divario è da ricercare nella poca familiarità con la lingua inglese che il nostro paese mantiene... cioè da una parte è giustissimo conservare e tenere viva (nel tempo) una lingua ma è anche giusto che la natura faccia il suo corso... devo rifletterci ;)

via | catepol tumblelog

Etichette: ,

[Sid]
del.icio.us Digg technorati Design Float http://www.wikio.it oknotizie | Permalink | |

Ultimi commenti