<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d16734928\x26blogName\x3dSid05+weblog\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dSILVER\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://sid05.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://sid05.blogspot.com/\x26vt\x3d2587781031737933902', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Hatebook: un clone di Facebook dedicato all' odio 22/10/07

La segnalazione di oggi appartiene alla categoria perdere tempo... sono gia troppi i network sociali nei miei bookmark e "incitare" alla partecipazione non è nelle mie intenzioni; comunque, si tratta di un clone di Facebbok dal nome inequivocabile di Hatebook. Odiate qualcuno, volete creare un gruppo per condividere la vostra rabbia, bene, Hatebook fa al caso vostro...

» continua

Dal punto di vista grafico è esattamente quello che ho detto, un clone di Facebook ma in un più diabolico colore rosso.

Una volta registrati costruiamo il nostro profilo e iniziamo ad insultare chiunque a destra e a manca... è tutto improntato al puro cazzeggio e non mi pare così divertente; magari è vero che queste cose funzionano in gruppo e ci vuole una certa dose di disponibilità.

Anche la documentazione è quasi esclusivamente dedicata alle note legali; questo sottolinea come la sensazione avvertita navigando, sia più quella di trovarci in un forum che non in un social network. Certo è possibile caricare immagini, video, scrivere sui muri degli altri o taggare gli amici (nemici, pardon), del resto il riferimento esplicito è Facebook. Ma l' idea sembra più quella di un enorme esperimento, dovremmo chiedere al Dr. Evil...

Anche la paternità del progetto è curiosa, Brand Science Institute di Amburgo (una università o un bel nome per un' agenzia?) ma ciò non toglie che se trovate il seguente personaggio dovete fare attenzione... si chiama Sid04 ed è cattivissimo ;)

Etichette: , , , ,

[Sid]
del.icio.us Digg technorati Design Float http://www.wikio.it oknotizie | Permalink | |

Ultimi commenti